PUOI DIMAGRIRE ….IMPARANDO AD ASCOLTARE LA TUA FAME!

ph01747j1Dicevamo nello scorso articolo che una delle cose che prima di tutte ci viene in mente quando pensiamo a dimagrire è che…dobbiamo mangiare di meno…e questo, solitamente, non ci piace molto! Lo viviamo come una privazione, con un senso di sacrificio e dolore….ma è davvero necessario mangiare meno per dimagrire? O forse sarebbe meglio imparare a mangiare “quanto basta”?

Si…sembra bello a dirsi..ma come si traduce nella pratica? Come si fa sapere “quanto basta”?

Partiamo da un concetto importante: il nostro corpo è regolato in modo tale da darci chiari segnali di fame e di sazietà. Pensiamo ad un neonato..sa benissimo quando  ha fame e sa, altrettanto bene, quando la fame è stata saziata. E’ un istinto che serve a sopravvivere, è innato in ciascuno di noi. Ma allora..che succede quando cresciamo?

Succede che iniziamo a non ascoltare più i segnali del corpo e a mangiare per mille altri motivi diversi! Questo ci porta ad incamerare un numero eccessivo di calorie e al conseguente sovrappeso.

Che fare dunque? Per prima cosa bisogna rieducarsi ad ascoltare il nostro corpo e i segnali di fame e sazietà, e possiamo farlo attraverso un esercizio pratico molto semplice e molto efficace:

-creiamo il nostro personale “termometro della fame” in una gradualità che vada dal più affamato al meno affamato ad es. “crampi allo stomaco /abbastanza affamato /leggermente affamato / neutro / leggermente sazio / abbastanza sazio / pieno / pienissimo” (ognuno può farla come preferisce!)

-per un primo periodo di almeno 10 giorni dovete semplicemente imparare ad identificare in quale punto del termometro siete. Per far questo basta porsi la domanda “quanta fame ho adesso?”, fatelo 5/6 volte al giorno e annotate su un quaderno la risposta e l’orario così da imparare a riconoscere e distinguere i vari segnali del corpo e da avere in pochi giorni anche una mappa esauriente di come mangiate.

Nei prossimi articoli vi spiegheremo che uso fare di questa mappa per imparare ad utilizzare bene gli stimoli che il vostro corpo vi dà e proseguiremo con un esercizio più avanzato!

Coraggio , allora! Cominciate questi primi 10 giorni di allenamento!