PUOI DIMAGRIRE SCOPRENDO IL VERO SENSO DI SAZIETA’

 

42-15532817Un collegamento estremamente scorretto che molte persone fanno è che per dimagrire sia necessario mangiare di meno e, quindi, di conseguenza, rimanere con un perenne senso di fame. Questa opinione è tanto diffusa quanto scorretta! Anzi, per dirla tutta è anche nociva perché avere continuamente fame non fa altro che farci “innervosire” e portarci a desiderare, in modo quasi ossessivo, di mangiare. Perciò quando decidiamo di concederci uno sgarro ci gettiamo letteralmente sul cibo senza freni vanificando, magari giorni e settimane, di dieta e sacrifici!

Comportamenti come questi sono veramente molto comuni, li abbiamo provati tutti…ma allora come trovare un equilibrio? Il segreto sta nell’imparare a sentire il nostro VERO senso di sazietà, ovvero quei segnali che il nostro stomaco ci manda per comunicarci che il bisogno di cibo è stato saziato. Sembra facile? Cosa ce lo impedisce? Il fatto è che la maggior parte delle persone ha disimparato ad ascoltare i segnali di sazietà del proprio stomaco e spesso, invece, li confonde con altri tipi di segnali.

Possiamo distinguere almeno tre tipi di “segnali” di fame: 1) quelli provenienti dal nostro stomaco, che ci indicano che, effettivamente, abbiamo bisogno di introdurre cibo nel nostro organismo; 2) quelli provenienti dalla “gola” che, invece, ci indicano solo che una cosa ci farebbe piacere mangiarla (ma non che abbiamo fame!); 3) quelli provenienti da diversi stati emotivi possibili, come lo stress, il dispiacere, il nervosismo, che non hanno niente a che vedere con il bisogno di nutrimento e neanche con un piacere di gola, esprimono un bisogno di tipo mentale che dobbiamo imparare ad affrontare in modo diverso dal “riempirsi” di cibo. Imparando a riconoscere e distinguere questi diversi segnali puoi dimagrire senza troppe difficoltà! Nelle future pagine di questo blog noi di www.puoidimagrire.com, affronteremo come fare questa distinzione!

BAMBINI A RISCHIO OBESITA’

42-17371320Troppo spesso pensiamo che dimagrire sia solo una scelta personale, che il motivo per cui si decide di tornare in forma sia esclusivamente personale..eppure non è così, o almeno non solo! Eh già, perchè dimagrire non può e non deve essere solo una scelta legata al proprio benessere (per quanto sia giustissimo) ma anche una presa di coscienza e di responsabilità di quanto sia importante dare un modello di vita sano alle persone che ci circondano ed in modo particolare ai bambini, soprattutto se sono i nostri figli!

 

Perchè? L’allarme arriva da una ricerca portata avanti dal Comitato provinciale di Milano del Coni che ha analizzato lo stato di salute fisica di circa 20.000 bambini tra i 9 e 10 anni.

I risultati, purtroppo, non sono dei più confortanti perchè ben il 41% del totale (quasi 1 su 2!!!!) è risultato essere in sovrappeso (un 9% di questi addirittura sono obesi). Analizzando il loro comportamento alimentare si è visto che questo risultato è legato a molte cattive abitudini alimentari tra le quali mangiare a merenda e a colazione esclusivamente cibi grassi quali merendine e/o patatine fritte.

 

Come potrebbero i nostri figli fare diversamente se questo è ciò j0405548che viene ritenuto “normale” a casa e a scuola? Come per tutte le altre cose i bambini ci osservano e imparano da noi. Gli adulti vicini a loro sono i punti di riferimento da osservare ed imitare.

Come possiamo, perciò non sentire la responsabilità di ciò che trasmettiamo loro con i nostri comportamenti, con le nostre scelte? Se non siamo i primi a dare valore a noi stessi e alla nostra salute come potranno farlo loro? Quindi…si: dimagrire è possibile e un motivo per farlo è anche questo, credere che puoi dimagrire, che puoi imparare a gestire la tua salute fisica avrà enormi effetti benefici anche su di loro e sulla loro salute!

EFFETTO GIUNGLA

 

42-16935671Essere in forma, dimagrire, perdere quel grasso in eccesso che caratterizza oggi uno dei problemi più diffusi tra giovani e meno giovani, non significa solamente ritrovare un aspetto gradevole o buttare via la “pancetta” per gli uomini e i fianchi o le cosce per le donne, ma significa più che mai mantenere il proprio organismo in salute, ad un buon livello di energia, per avere una prospettiva di vita migliore sia in qualità che in quantità di anni.

Sapevi ad esempio che ci sono molti punti del mondo, detti dagli scienziati nutrizionisti “cold spot”, cioè punti freddi, ovvero luoghi in cui non esistono affatto alcune tipiche malattie diffuse nel mondo occidentale, come il diabete, l’obesità, le malattie cardiovascolari, malattie insomma che sono per lo più legate al sovrappeso e a cattive abitudini alimentari? E la scoperta (buona per noi) è che non si tratta di qualità genetiche innate, ma di abitudini di vita. E allora, cosa fanno questi popoli di diverso da noi? Molta attività fisica e si nutrono di grandi quantità di frutta, cereali e vegetali!

Si chiama “effetto giungla”, o meglio, così lo ha chiamato la scienziata americana Daphne Miller, docente di medicina integrativa e nutrizione all’Università di San Francisco, per indicare il legame che esiste presso questi popoli abitanti nelle zone del mondo più selvagge tra una buona salute, forma fisica, alimentazione e vita attiva. Ed è per questo motivo, legato non solo all’estetica ma in generale al benessere, alla buona conservazione del nostro organismo e alla prevenzione di molte malattie gravi tipiche del mondo occidentale che molti medici e scienziati, come anche il nostro professor Veronesi, consigliano soprattutto di acquisire buone e utili abitudini di vita: cibi sani, sport, controllo del peso.

 

ATTIVITA’ FISICA, SI’, MA QUALE?

42-16033616 

Si sa che per dimagrire in maniera sana e duratura uno degli ingredienti fondamentali, oltre ad una sana e corretta alimentazione, è l’attività fisica. Ora il dilemma che sempre si pone è: qual è l’attività fisica più indicata per perdere peso? E soprattutto: è davvero necessario sudare in quantità industriale e allenarsi fino a che il fiato e i muscoli non ci supportano più? Noi di www.puoidimagrire.com abbiamo ricercato le risposte presso chi fa sport o allena per mestiere e vorremmo condividerle proprio per dissipare qualche luogo comune che esiste intorno all’attività fisica fatta per dimagrire.

Rispetto alla prima domanda, ovvero quale sia l’attività più indicata per accompagnare una buona dieta e in generale per perdere peso, i migliori trainer ed atleti ci dicono che si tratta nello specifico di attività di tipo aerobico; ciò significa che per essere efficace e per bruciare e sciogliere i grassi, si dovrebbe fare una certa attività, tipo corsa leggera o camminata di passo, per una durata di 45 minuti, rimanendo entro un preciso range di frequenza cardiaca, che varia da persona a persona secondo l’età e lo stato generale di salute, meglio se preceduti e seguiti da riscaldamento e raffreddamento.

Ciò permette di allenare il cuore, i muscoli e i polmoni in maniera graduale, poiché l’affaticamento è molto ridotto, non c’è formazione di acido lattico (e di conseguenza non c’è quell’odioso male ai muscoli!), ma la cosa fondamentale è che questo tipo di attività consente di bruciare all’interno delle calorie spese per allenarsi fino al 60% di grassi ogni volta; ciò significa che praticare con l’aiuto di un cardiofrequenzimetro e per almeno 3 volte a settimana attività aerobica consente di elevare naturalmente l’attività del metabolismo ed è quindi l’aiuto più efficace per chi vuole dimagrire.

PUOI DIMAGRIRE CON LA DIETA….E SENZA DIETA!

42-15591280Molte ricerche scientifiche mostrano come il 90% delle persone che provano a dimagrire attraverso una dieta..fallisce: o non portano a termine la dieta stessa fermandosi alla prima soddisfazione dei primi chili persi o la portano a termine , con grande fatica, per poi festeggiare il risultato raggiunto…sfogandosi sul cibo! In entrambi i casi, dopo pochi mesi , i chili persi sono stati recuperati..con gli interessi. Questa è la situazione comune alla maggior parte delle persone, tanto comune da avere proprio un nome che la identifica: “Effetto Yo-Yo”!

Eppure, nonostante queste cose si sappiano e si provino sulla propria pelle, la maggior parte delle persone continua a pensare che sia “la dieta” a non aver funzionato perciò quando decidono di dimagrire vanno alla ricerca della dieta più alla moda al momento, di quella con cui la propria amica è dimagrita, di quella letta sulla rivista, insomma della dieta “miracolosa” che finalmente le faccia dimagrire….per poi, purtroppo, ritrovarsi a constatare che la situazione non cambia, nonostante la dieta sia diversa da quelle precedenti. Che vuol dire allora: le diete sono inutili? Non funzionano?

L’inganno, invece, è proprio nel fatto che le diete FUNZIONANO TUTTE E SEMPRE! Ma non bastano da sole! Se pensiamo di poter dimagrire esclusivamente seguendo una dieta…ipotechiamo già il nostro ennesimo fallimento. Dimagrire è un processo che riguarda tutta la persona nella sua interezza, e non soltanto i suoi comportamenti alimentari, e come tale si compone di tantissimi elementi, almeno una decina, di cui la dieta ( o meglio l’alimentazione) è solo una componente e, a dire la verità, neanche la più importante! Prendere consapevolezza di questa realtà è un primo passo fondamentale per avanzare verso il successo, verso il nostro peso desiderato, verso il fisico che sogniamo!