Thu
28
May
admin

42-17371320Troppo spesso pensiamo che dimagrire sia solo una scelta personale, che il motivo per cui si decide di tornare in forma sia esclusivamente personale..eppure non è così, o almeno non solo! Eh già, perchè dimagrire non può e non deve essere solo una scelta legata al proprio benessere (per quanto sia giustissimo) ma anche una presa di coscienza e di responsabilità di quanto sia importante dare un modello di vita sano alle persone che ci circondano ed in modo particolare ai bambini, soprattutto se sono i nostri figli!

 

Perchè? L’allarme arriva da una ricerca portata avanti dal Comitato provinciale di Milano del Coni che ha analizzato lo stato di salute fisica di circa 20.000 bambini tra i 9 e 10 anni.

I risultati, purtroppo, non sono dei più confortanti perchè ben il 41% del totale (quasi 1 su 2!!!!) è risultato essere in sovrappeso (un 9% di questi addirittura sono obesi). Analizzando il loro comportamento alimentare si è visto che questo risultato è legato a molte cattive abitudini alimentari tra le quali mangiare a merenda e a colazione esclusivamente cibi grassi quali merendine e/o patatine fritte.

 

Come potrebbero i nostri figli fare diversamente se questo è ciò j0405548che viene ritenuto “normale” a casa e a scuola? Come per tutte le altre cose i bambini ci osservano e imparano da noi. Gli adulti vicini a loro sono i punti di riferimento da osservare ed imitare.

Come possiamo, perciò non sentire la responsabilità di ciò che trasmettiamo loro con i nostri comportamenti, con le nostre scelte? Se non siamo i primi a dare valore a noi stessi e alla nostra salute come potranno farlo loro? Quindi…si: dimagrire è possibile e un motivo per farlo è anche questo, credere che puoi dimagrire, che puoi imparare a gestire la tua salute fisica avrà enormi effetti benefici anche su di loro e sulla loro salute!



Author:
Time:
Thursday, May 28th, 2009 at 9:43 am
Category:
news dal mondo, salute - benessere
Comments:
You can leave a response, or trackback from your own site.
RSS:
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.
Navigation:

Leave a Reply