TORNARE IN FORMA DOPO IL PARTO: E’ FACILE SE SAI COME FARLO /2

 

192710Eccolo, lì, il nostro bebè: è nato, è bellissimo, ci riempie di gioia…ma… già dopo i primi giorni dal parto ci rendiamo conto che qualcosa ancora non va.

Non è che la nostra pancia sia tornata proprio piatta…e in effetti anche il nostro peso si è fermato a un certo punto che non è quello giusto…ed ecco che ci assale l’angoscia: tornerò mai come prima? Quanto ci vorrà? Quanti sacrifici dovrò fare?

C’è una cosa da sapere a tal proposito: è inutile e dannoso farsi assalire dai dubbi e dall’ansia del sovrappeso a solo uno o due mesi dal parto! La verità è che, a patto di non essere ingrassate troppo durante la gravidanza, e di rimanere serene dopo la nascita del bebè, allora nel giro di un anno tutto ritorna al proprio posto (pancia compresa!); questo è il tempo fisiologico che si prende il nostro corpo per smaltire tutti gli ormoni, e riequilibrare i ritmi interni dell’organismo e del metabolismo.

Ma…se volessimo dare una aiutino alla Natura?

Allora si può procedere verso il TERZO PASSO (cfr. anche l’articolo “Tornare in forma dopo il parto: è facile se sai come farlo /1”) che, in accordo con i ritmi e le esigenze naturali, contribuirà ad un ulteriore dimagrimento: l’allattamento.

E’ infatti un’attività che richiede molte energie e dispendio di calorie e liquidi; oltrechè aiuta l’utero (e quindi anche la pancia!) a ritornare alle sue dimensioni normali grazie alla stimolazione ormonale della prolattina.

Ma a noi ancora non ci basta…perchè vorremmo essere come quella famosa attrice o valletta che a tre mesi dal parto è già perfetta come era prima della gravidanza… ma a questo punto è necessario fermarsi e chiedersi: siamo davvero pronte al QUARTO PASSO?

Per affrontarlo cè da sapere prima una verità sconvolgente: il quarto passo dipende DA TE! Niente bacchette magiche, niente soluzioni preconfezionate; semplicemente il quarto passo è: riprendi in mano il controllo della tua vita e riprenderai presto in mano anche il controllo del tuo peso…come?

Con le tre “A”: Alimentazione, Attività fisica e Atteggiamento!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *