Lo abbiamo già detto e ripetuto molte volte: tornare in forma dopo il parto non solo è possibile per tutte, ma è anche facile se si conoscono e si percorrono i giusti passi (vedi anche gli articoli precedenti correlati), senza fretta, con serenità uno dopo l’altro.

 

Ma a questo punto la domanda può nascere spontanea: dove lo trovo un po’ di tempo per me, con un bebè appena arrivato da accudire, da allattare e…tutto il resto?

Intanto cerchiamo fin da subito di ACCETTARE con amore un dato di fatto: E’ VERO, con un piccolino appena nato non si riuscirà ad essere fiscali e rigidi nell’organizzazione quotidiana…quindi facciamo della FLESSIBILITA’ e dell’IMPROVVISAZIONE due nuovi e buoni alleati.

 

Detto questo, qualche “paletto” fermo si può anche mettere:

  1. Siccome tra una poppata e l’altra, per garantire la buona digestione e la stessa crescita del piccolino possono passare tra le due e le quattro ore…beh, approfittate di questi intervalli prima di tutto per RIPOSARE e riprendere le forze dopo il parto.

  2. Non dimenticate la passeggiata quotidiana: siate fiscali sul fatto di fare almeno una camminata al giorno di almeno 40-45 minuti, NON LO SIATE SULL’ORARIO…tanto per i primi mesi di vita in genere anche le mamme lavoratrici sono a casa e non hanno problemi; la passeggiata quotidiana (che potete anche fare con un cardiofrequenzimetro, in modo da controllare anche la zona aerobica e bruciare così i grassi) oltre a rimettere in moto i muscoli e la circolazione, a facilitare l’espulsione di liquidi e di tossine, vi ossigenerà polmoni e cervello, donandovi un buon tono dell’umore (cosa decisamente importante nel post partum!).

  3. Proprio perchè il tempo personale a disposizione è ridotto dalle cure del piccolo, allora questo è proprio il momento di ACCETTARE tutto l’aiuto che familiari ed amici vorranno darvi proprio per recuperare ogni minima possibilità di tempo libero: non è proprio il caso di darsi pena per l’ordine in casa, per la stiratura dei panni, per la spesa o la cucina giornaliera!!!! Anzi, sono tutti pensieri dai quali ci si deve liberare almeno per i primi due o tre mesi e, ad esempio sono ottime faccende in cui coinvolgere il vostro compagno (che anziché sentirsi “tagliato fuori”, si sentirà coinvolto e responsabile della nuova famiglia).

     

Insomma: certamente non si può pensare di avere del tempo IN PIU’ rispetto alle 24 ore giornaliere, né giova alla mente e al corpo struggersi di “nostalgia” per i tempi in cui potevamo stare due ore in palestra, anche ogni giorno della settimana, o dall’estetista e dalla parrucchiera… bisognerà essere brave nel reinventare le giornate e imparare a fare tutto ciò anche in orari e momenti insoliti!!!



Author:
Time:
Monday, August 10th, 2009 at 6:07 pm
Category:
dimagrire, gravidanza
Comments:
You can leave a response, or trackback from your own site.
RSS:
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.
Navigation:

Leave a Reply