Ciao cara lettrice,

grazie per averci scritto! vediamo in che modo possiamo aiutarti!

Partiamo dal presupposto che la dieta che ti è stata data è senza dubbio corretta ed equilibrata…il punto è chiedersi se sia SOSTENIBILE a livello di vita quotidiana ed emotivo.

Una dieta, o stile alimentare come preferisco chiamarlo, deve andare incontro alle abitudini della persona (lavora, non lavora ha famiglia, è sola, che orari fa…ecc…..) ed avere una certa elasticità nella scelta dei cibi.

Inoltre deve permettere alla persona di non sentirsi PRIGIONIERA di una serie di DIVIETI IMPOSTI, e sai perchè?

Perchè tutto ciò che ti vieti diventerà improvvisamente IRRESISTIBILE! O sbaglio?

La tua idea di voler imparare a “regolarti” senza darti dei divieti a priori è ottima, l’unica cosa bisogna vedere se sei ingrado di farlo da sola o hai bisogno di un supporto.

L’obiettivo finale, quello ideale per perdere e peso e mantenerlo, è quello di “ascoltare il proprio corpo” ovvvero imparare a sentire la fame naturale e quello che il corpo ci chiede ( da quando lo faccio ti assicuro che il corpo mi chiede più frutta e verdura e molti meno dolci di prima…ma senza che io me lo sia imposto!).

Questo, come dicevo , è il PUNTO D’ARRIVO, che presuppone un percorso in cui, uno dei passaggi più importanti e fondamentali è IMPARARE A MANGIARE PER FAME  e non per emozioni. Ovvero, imparare a gestire la famosa “fame nervosa o emotiva” una delle maggiori cause ai nostri chili di troppo!

Se vuoi degli spunti ti invito a leggere “Posso farti dimagrire” di Paul McKenna, o “La dieta paradossale” di Giorgio Nardone, che vanno entrambi in questa direzione.

Inoltre ti invito caldamente a prenotare una CONSULENZA TELEFONICA GRATUITA con uno dei nostri coach, perchè con una chiacchierata personalizzata saremo molto più in grado di valutare la tua situazione e darti consigli più specifici!

Ti aspettiamo e…coraggio PUOI FARCELA!



Author:
Time:
Friday, October 28th, 2011 at 9:44 am
Category:
dieta, dimagrire, Le vostre domande
Comments:
You can leave a response, or trackback from your own site.
RSS:
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.
Navigation:

Leave a Reply