Hai mai sentito parlare dell’EFFETTO PLATEAU?

Anche se sul momento la tua risposta è NO, sicuramente avrai sentiro dire o provato sulla tua pelle, quell’odioso momento…magari a pochissimi chili (due, tre al massimo!) dall’obiettivo peso-forma in cui TUTTO SEMBRA FERMARSI e tu inevitabilmente cadi in uno stato di profonda frustrazione e non puoi far altro che dirti: ma come? Proprio stavolta che avevo seguito la dieta per benino, per tutto un mese di fila e avevo perso i miei bei chiletti, insomma proprio ora non scendo più neanche di mezzo grammo?????

Intanto non perdere la calma e prendi atto che questo momento, chiamato per l’appunto dai dietologi, EFFETTO PLATEAU  è del tutto fisiologico, ovvero è un momento in cui il nostro organismo si è “abituato” ad un minore apporto di calorie e quindi è come se andasse in “stand -by”, in riposo…Insomma il metabolismo si stabilizza e rallenta!

Cosa fare per continuare in maniera serena e senza assolutamente diminuire l’apporto di cibo???

Ecco 5 piccoli trucchi per superare brillantemente l’EFFETTO PLATEAU:

 

  1. Inizia (o intensifica) l’attività fisica: eh sì! L’effetto plateau si presenta più facilmente se non hai associato la giusta dose di movimento al tuo percorso di dimagrimento…hai puntato solo sul cibo, e, ormai lo sai: una dieta da sola, magari anche restrittiva  è molto faticosa da seguire e NON BASTA , non è davvero utile al tuo scopo di salute e benessere!
  2. Fai  SEMPRE colazione e in ogni caso NON saltare MAI i pasti: in particolare al mattino, uscire di casa con un “caffè al volo”, ti fa iniziare la giornata già “in riserva”, con il pessimo risultato che il tuo metabolismo rallenta per autodifesa, per risparmiare energia, visto non gliene hai data!!!!!!
  3. Prendi nota e impara a gestire e a programmare gli “sgarri”: cioè, in pratica anziché correre ai ripari perchè ti sei lasciata andare ad una mangiata imprevista (che poi diventano due, tre…ecc.ecc.!), PROGRAMMA in partenza, all’inizio della settimana, gli “sgarretti” che ti concederai (potrà essere la pizza del fine settimana, o una colazione al bar, o un piatto di fettuccine, o un gelato). In modo che sai già di avere dei bonus settimanali (due o tre al massimo, mi raccomando!) che ti aiuteranno a proseguire nel tuo cammino!
  4. Utilizza la frutta e la verdura fresca, anche come “snack spezza-fame”: consuma la frutta lontano dai pasti per non appesantire la digestione, ma aumenta le quantità di fibre vegetali (soprattutto per i fuoripasto) perchè danno senso di sazietà e aiutano il transito intestinale, due elementi importanti per la velocizzazione naturale del metabolismo!
  5. Fai una cena moderata nelle quantità e in un orario compreso tra le 20 e le 21: alla sera l’organismo rallenta in maniera naturale le sue funzioni per predisporsi al riposo, se lo appesantisci mangiando molto e in un orario troppo ravvicinato all’ora della “nanna”, rischi di non digerire bene (e quindi di non riposare!), ma anche di assimilare di più, perchè il consumo di energie nelle ore serali è ridotto!

 Per dubbi o informazioni più precise contattaci! avrai a disposizione una consulenza completamente gratuita per analizzare la tua situazione in modo personalizzato!



Author:
Time:
Thursday, October 29th, 2009 at 9:14 am
Category:
dieta, dimagrire
Comments:
You can leave a response, or trackback from your own site.
RSS:
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.
Navigation:

Leave a Reply