DIMAGRIRE: A CHI CREDERE ALLO SPECCHIO, A NOI STESSI, AGLI ALTRI?????

Vi è mai capitato, durante un percorso di dimagrimento, di arrivare dopo un periodo di di sport e sana alimentazione al momento fatidico della bilancia SICURE che stavolta l’avete buttato giù quel chiletto e un po’?…sì perchè i “segnali” c’erano tutti: vi sentivate più sgonfie, più toniche e senza quell’odioso mal di schiena, di buonumore…E invece TATAN!!!! Il verdetto della bilancia è SENZA PIETA’: solo qualche misero etto in meno…Ma come? Eppure vi sentivate così bene, neanche uno sgarretto infrasettimanale, la corsa aerobica e tutto il resto…

            E a peggiorare la situazione a quel punto vi mettete nude davanti allo specchio: E’ LA FINE! Tutte le sensazione di benessere e leggerezza che avevate SVANISCONO in una nuvola nera di fronte allo specchio: la pancia sembra sempre quella di un tempo (anzi…forse se guardate bene ce n’è anche un po’ di più…), per non parlare di fianchi e cosce…

E l’unica parola che risuona nella vostra testa è un unico, grande, rutilante:

PERCHEEEEEEE????????? E non servono a niente, anzi, quasi ci fanno arrabbiare quei commenti di amici, colleghi o conoscenti che ci incoraggiano perchè ci vedono in forma o addirittura dimagrite…

            TRANQUILLE!!! Non state diventando pazze e non avete una personalità multipla! E’ un problema diffusissimo e anche stavolta è la nostra stessa mente a giocarci qualche brutto scherzo: è molto frequente, infatti, tra le persone che stanno facendo un percorso di dimagrimento di percepirsi in un certo modo, vedersi allo specchio in un altro e addirittura essere visti dagli altri in un altro modo ancora!!!!

            E questo accade soprattutto perchè nei confronti di noi stessi non siamo oggettivi: ci sentiamo bene, abbiamo buone sensazioni in circolo e automaticamente nella nostra mente ci formiamo un’immagine che è quella che DESIDEREREMMO avere, che probabilemnte avremo alla FINE del nostro cammino…. ma a quel punto il confronto con strumenti esterni a noi (la bilancia, lo specchio) ci restituiscono un’immagine che, invece, NON coincide ancora con quella ideale; ed è lì che scattano delusione e magari anche frustrazione…E poi, invece, arriva quel collega o la mamma che non ci vede da tempo e che ci fa notare quanto siamo dimagrite o come ci sta bene quel tal vestito a cui noi non avremmo dato una lira: MA ALLORA qual è la realtà??? A cosa dobbiamo credere? Allo specchio? All’amico o alle nostre sensazioni?

            In un certo senso a tutti e a nessuno…perchè la prima cosa da fare in questo caso è PRENDERE ATTO che:

  1. ciò che vediamo spesso NON COINCIDE con ciò che VORREMMO vedere;
  2. che in molti casi, ciò che vedono GLI ALTRI di noi è MIGLIORE di ciò che vediamo noi stessi
  3. ….ma soprattutto che se ancora non vediamo ciò che vorremmo, NON MOLLIAMO, perchè non è detto che se non lo vediamo ORA allora non lo vedremo mai!!!! 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *